attività
FORMAZIONE
La scienza di tutti
Donne e scienza
La scienza bambina
Gruppi didattica
Per docenti
CREAT-IT
ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
CaffèScienzaJunior
DESCI
COMUNICAZIONE
Caffè scienza
Eureka!2018
Eureka!2019
Eventi passati
Scienza3
Una via alle scienziate
TEATRO SCIENZA
Minuetto Astronomico
Il sogno di Keplero
Laboratori

<< precedente successivo >>

Visione a particelle elementari

Martedì 10 dicembre 2013, ore 20,30 presso la libreria asSaggi, via degli Etruschi 4


Incontro trasmesso in diretta web sul canale YouTube di formaScienza


Oggi sappiamo che gli atomi (in greco àtomos, indivisibile), nonostante il loro nome, non sono indivisibili ma sono formati da protoni e neutroni, a loro volta ulteriormente divisibili, e da elettroni che sono invece particelle elementari. A oggi sono state trovate molte altre particelle elementari: quark, positroni, muoni, bosoni etc; ed è stata elaborata una teoria che le cataloga e predice, il Modello Standard, che si fonda sulla meccanica quantistica. Il famoso bosone di Higgs, la "particella maledetta", è una delle particelle previste da questo modello: teorizzato nel 1964 è stato osservato nel 2012. I fisici sono ora alla caccia di altre ipotetiche particelle ancora piú elusive, ma in parallelo si sta percorrendo la via delle applicazioni: le particelle elementari da oggetto di studio sono diventate anche strumento di osservazione e si vedono le ricadute di questa lunga e appassionante ricerca in altri rami della ricerca scientifica e nella vita quotidiana. Vedremo come le tecnologie e le teorie sviluppate per studiare l'infinitamente piccolo siano diventate una sorta di occhiale sul cosmo, in particolare tramite i raggi cosmici, e sul corpo umano, tramite tecniche sia terapeutiche che diagnostiche.

Ne parleremo con Mario De Vincenzi e Vincenzo Patera, fisici.

Mario De Vincenzi

Mario De Vincenzi è Professore Ordinario di Fisica Sperimentale presso il Dipartimento di Matematica e Fisica dell'Università Roma Tre. Si è laureato in fisica nel 1973 presso l'Università "LA SAPIENZA'' e ha iniziato la sua attività di ricercatore occupandosi di fisica delle particelle elementari da un punto di vista sperimentale. Inizialmente ha condotto ricerche presso i laboratori internazionali del CERN di Ginevra studiando alcune importanti proprietà dei quark pesanti. Successivamente si è interessato di esperimenti sulla fisica delle astro-particelle eseguendo esperimenti presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, e nell'altopiano del Tibet a 4300 m s.l.m. presso il laboratorio internazionale di raggi cosmici in collaborazione con fisici cinesi. Attualmente è coinvolto in una ricerca volta a rilevare segnali di materia oscura. Ha insegnato Fisica Superiore nell'università di Camerino e Fisica Generale nell'università del Salento. Dal 2004, come presidente del Collegio Didattico, coordina la didattica dei corsi di laurea in Fisica di Roma Tre. L'attività scientifica di Mario De Vincenzi ha all'attivo numerose pubblicazioni su riviste internazionali e comunicazioni a congressi.


Vincenzo Patera

Vincenzo Patera è Professore Associato presso la Facoltà di ingegneria dell'Università La Sapienza di Roma. L'attività di ricerca si è svolta prevalentemente nell'ambito fisica applicata all'adroterapia oncologica e all'imaging diagnostico e dosimetrico, nella misura della violazione di simmetrie discrete fondamentali nelle interazioni subnucleari e nello studio della radiazione cosmica penetrante. È autore di più di 140 pubblicazioni scientifiche su riviste scientifiche internazionali con referaggio e più di 300 comunicazione a congressi internazionali.



IL TEASER


IL VIDEO DELLA SERATA



torna alla pagina dei caffè scienza