attività
FORMAZIONE
La scienza di tutti
Donne e scienza
La scienza bambina
Gruppi didattica
Per docenti
CREAT-IT
ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
CaffèScienzaJunior
DESCI
COMUNICAZIONE
Caffè scienza
Eureka!2018
Eventi passati
Scienza3
Una via alle scienziate
TEATRO SCIENZA
Minuetto Astronomico
Il sogno di Keplero
Laboratori
UNA VIA ALLE SCIENZIATE, UNA MOSTRA SPERIMENTALE


Nascita e sviluppo di un'idea

La mostra "Una via alle Scienziate" è un progetto dell'Associazione formaScienza nato nell'ambito della manifestazione Le vie della scienza, a cura di formaScienza, realizzata a Roma nel novembre del 2011 nella Biblioteca "Guglielmo Marconi".

Il quartiere nel quale sorge la Biblioteca "G. Marconi" ha la caratteristica di avere tutte le vie intitolate a scienziati. Inoltre il municipio di appartenenza, Municipio Roma XV, ospita la Facoltà di Scienze M.F.N. dell'Università Roma Tre.

La manifestazione presentava una serie di iniziative, quali conferenze, reading teatrali, laboratori scientifici per il pubblico e per le scuole, dedicate alle figure degli scienziati cui sono intestate le vie del quartiere.

Non si trovano però strade intestate a donne scienziate.

Interrogandosi sul motivo di quest'assenza, si è deciso di allestire una mostra che presentasse biografie eccellenti di donne che hanno intrapreso l'avventura della ricerca scientifica.

La mostra propone dunque un viaggio attraverso i secoli, dalla prima donna laureata fino all'oggi, e una riflessione sui meccanismi della discriminazione femminile, ancora oggi presenti nella società contemporanea, e sul processo di conquista della parità di genere.

Scarica il pdf della presentazione






Curatori e curatrici

Cinzia Belmonte, Tommaso Castellani, Marco Discendenti, Cinzia Grasso, Linda Leccese, Tina Nastasi, Laura Scarino.


Debiti intellettuali

La mostra prosegue idealmente il lavoro iniziato con la mostra "Scienziate d'occidente" realizzata nel 1997 dal Centro Eleusi-Pristem dell'Università Bocconi a cura di Sara Sesti e Liliana Moro.

Si ringraziano per i preziosi contributi: ASDO, Biblioteca Guglielmo Marconi di Roma, Centro Eleusi Pristem dell'Università Bocconi, Donne e Scienza, IRPPS-CNR, Libera Università delle Donne di Milano, Municipio Roma XV, PartecipArte.

Un ringraziamento particolare è dovuto a: Claudia Colonnello, Francesca Romana Capone, Serena Dinelli, Alessandro Marziano, Carmela Mennuni, Liliana Moro, Mariella Paciello, Sara Sesti, Adriana Valente, Flavia Zucco.


La richiesta di una via al Comune di Roma

Le biografie presentate nella mostra "Una via alle scienziate" raccontano la vita di personalità rilevanti nella storia della cultura. Tuttavia i loro nomi non sono ricordati nell'intestazione delle vie della città di Roma. In uscita dalla mostra campeggia la mappa di un quartiere senza i nomi delle vie: si chiede a chi ha visitato la mostra di scegliere una via e di assegnarvi il nome di una delle scienziate a cui è dedicata la mostra.



Il gesto non è solo simbolico: parallelamente alla realizzazione della mostra su iniziativa dell'IRPPS del CNR è stata inoltrata una richiesta al Dipartimento Cultura - Servizio Coordinamento della Commissione Consultiva di Toponomastica del Comune di Roma di dedicare un gruppo di vie alle scienziate italiane ed internazionali "in mostra". La richiesta è stata accolta e 50 nomi di scienziate sono state annoverate nell'onomastica cittadina, in attesa di essere assegnati.

Si è costituito un comitato promotore, di cui attualmente fanno parte IRPPS del CNR, formaScienza e Bibilioteche di Roma.

Poiché un intero quartiere di Roma, il Municipio XV, ha strade dedicate a scienziati, il comitato promotore ha sollecitato formalmente il Municipio affinché titolasse strade anche alle donne scienziate. L'8 marzo 2011 l'amministrazione ha reso noto di aver approvato in giunta la decisione di dedicare due importanti giardini del quartiere a Elena Cornaro Piscopia e Laura Bassi (si tratta dei giardini di Magliana Antica e Blaserna), dichiarando anche l'intenzione di voler proseguire nel futuro con altre analoghe intitolazioni.