attività
FORMAZIONE
La scienza di tutti
Donne e scienza
La scienza bambina
Gruppi didattica
Per docenti
CREAT-IT
ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
CaffèScienzaJunior
DESCI
COMUNICAZIONE
Caffè scienza
Eureka!2018
Eureka!2019
Eventi passati
Scienza3
Una via alle scienziate
TEATRO SCIENZA
Minuetto Astronomico
Il sogno di Keplero
Laboratori

<< precedente successivo >>

Mondo quantistico e conoscenza

Venerdì 17 aprile 2009, ore 19,30
Biblioteca Comunale Villa Mercede - via Tiburtina, 113 - Roma

La meccanica quantistica è in perfetto accordo con tutti i dati sperimentali fino ad oggi disponibili, ma ancora si discute sul senso profondo dei principi su cui la teoria si basa. Il fatto cioè che particelle di materia si comportino anche come onde, e onde si comportino anche come particelle (dualismo onda-particella), l'impossibilità di misurare contemporaneamente alcune proprietà di una particella, o di un'onda, con la precisione desiderata (principio di indeterminazione ), la coesistenza di più stati in cui una particella, o un'onda, può trovarsi contemporaneamente (principio di sovrapposizione) sebbene siano perfettamente descritti dalla teoria e accertati sperimentalmente, rimangono fatti difficili da capire in modo intuitivo. Perché? Da dove viene questa difficoltà? Dobbiamo rivedere i nostri modelli di conoscenza?
Ne discuteremo con il matematico Sergio Doplicher e con il filosofo Mauro Dorato.

Sergio Doplicher

Professore ordinario di Meccanica Quantistica all'Università di Roma "La Sapienza".
Ha svolto ricerche sulla formulazione algebrica della Teoria Quantistica dei Campi, la teoria delle Algebre di Operatori e delle azioni di gruppi e di duali di gruppi, e sugli aspetti astratti della teoria della dualità per gruppi e gruppi quantistici; e, negli anni recenti, sulla struttura quantistica dello spaziotempo e sulla teoria quantistica dei campi su varietà non commutative.

Mauro Dorato

Professore di Filosofia della Scienza all'Università degli Studi "Roma Tre". Laureato in Filosofia e in Matematica all'Università "La Sapienza" di Roma, ha conseguito il dottorato in Filosofia presso la Johns Hopkins University di Baltimora (USA) nel 1992. Si è occupato di problemi filosofici del tempo che emergono dalle due teorie della relatività, del problema della natura delle leggi di natura, del problema del realismo scientifico e del rapporto tra determinismo e libertà.
Tra i suoi saggi in italiano "Futuro aperto e libertà" (Laterza 1997), e "Il Software dell'universo". (Bruno Mondadori 2000, tradotto in inglese per Ashgate nel 2005). Il suo ultimo saggio è "Cosa c'entra l'anima con gli atomi? Un'introduzione alla filosofia della scienza", Laterza, 2007.




torna alla pagina dei caffè matematici