attività
FORMAZIONE
La scienza di tutti
Donne e scienza
La scienza bambina
Gruppi didattica
Per docenti
CREAT-IT
ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
CaffèScienzaJunior
DESCI
COMUNICAZIONE
Caffè scienza
Eureka!2018
Eureka!2019
Eventi passati
Scienza3
Una via alle scienziate
TEATRO SCIENZA
Minuetto Astronomico
Il sogno di Keplero
Laboratori

<< precedente stagione successiva >>





Diversamente animali: mente umana e no

Martedì 20 giugno 2017, ore 19,30 presso la libreria asSaggi, via degli Etruschi 4


La mente degli animali umani è diversa da quella dei non umani? La risposta a questa domanda non è affatto semplice, suscita molti interrogativi ancora oggi ampiamente dibattuti e richiede conseguentemente una riflessione profonda e allargata attraverso un approccio multidisciplinare.
Lungo la storia del pensiero si sono alternate, come in un moto di un pendolo, posizioni antitetiche: c'è chi ha visto l'animale come una macchina, chi ha affermato che non vi sia alcuna differenza essenziale con noi esseri umani. Attraverso le conoscenze attuali, sembra ragionevole affermare che l'uomo possieda un mentale più sviluppato degli altri animali, ma è molto complesso capire se tale caratteristica risieda essenzialmente in una differenza "quantitativa" oppure "qualitativa".
Si può definire cosa è la coscienza e la libertà negli animali in genere? In cosa l'uomo riesce meglio o peggio degli altri animali? La capacità astrattiva è prerogativa unica degli esseri umani?
Di questo e di molto altro discuteremo con Alberto Carrara e Augusto Vitale, durante l'ultimo caffè scienza della stagione.


Alberto Carrara

Alberto Carrara è tecnico di laboratorio chimico-biologico (1999), dottore in Biotecnologie mediche presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Padova dove si è specializzato nel 2004 in oncologia virale. Dal 2004 è membro della Congregazione religiosa dei Legionari di Cristo. Sacerdote dal 2013. Ha conseguito il diploma in studi umanistici classici presso l'Istituto di Umanità di Cheshire (Connecticut, USA) nel 2007; nel 2010 ha conseguito la Laurea magistrale in Filosofia con specializzazione nell'ambito dell'antropologia filosofica aristotelico-tomista e nel 2013 la Laurea triennale in Teologia presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. In quest'Ateneo insegna dal 2011 corsi sul rapporto anima-corpo/mente-cervello nell'unità della persona umana; antropologia filosofica; coscienza e libertà tra filosofia e neuroscienze; neuroetica ed elementi di neurobioetica. Dal 2009 è membro, e dal 2012, coordinatore del Gruppo di ricerca in Neurobioetica (GdN). Dal 2011 è Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani di Roma.
I suoi principali campi d'interesse sono quelli relativi all'antropologia filosofica, alla neuroetica, alla filosofia della mente e alla filosofia delle neuroscienze. Dal 2011 dirige il blog Neuroetica e Neuroscienze.


Augusto Vitale

Augusto Vitale ha conseguito la Laurea in Scienze Biologiche presso l'Università di Parma nel 1983 e successivamente, nel 1988, il Ph.D. in Ecologia Comportamentale presso l'Università di Aberdeen (Scozia). Ha quindi iniziato a lavorare con i primati non umani nel 1989 con la Dr.ssa Visalberghi al C.N.R. e con la Prof.ssa Fragaszy presso la Washington State University. Dal 1991 è ricercatore all'Istituto Superiore di Sanità, ora nel Centro di Riferimento per le Scienze Comportamentali e Salute Mentale. Gli interessi del Dr. Vitale riguardano diversi aspetti dell'etologia dei primati non umani. In questo contesto è stato responsabile di una colonia di scimmie uistitì (Callithrix jacchus), ospitate presso i locali del Reparto di Neuroscienze Comportamentali. È stato Presidente dell' Associazione Primatologica Italiana, ed è Segretario della Federazione Europea di Primatologia. Inoltre, da 20 anni circa si occupa di problemi etici e scientifici sollevati dall'utilizzo di animali nel campo della ricerca biomedica. È membro degli Expert Working Groups, riuniti periodicamente dalla Commissione Europea a Bruxelles, per discutere di aspetti legislativi della sperimentazione animale. È membro dell'Organismo per il Benessere Animale dell'Istituto Superiore di Sanità.





GUARDA L'INTERVISTA!



GUARDA LA DIRETTA DELL'INCONTRO!










torna alla pagina dei caffè scienza